WB COMMODITY PERSPECTIVES

WB COMMODITY PERSPECTIVES LUGLIO 21

COMMODITY PERSPECTIVES LUGLIO 21

La ripresa del commercio mondiale delle materie prime sta consolidando il trend di crescita. Nel primo trimestre 2021, le esportazioni delle prime dieci aree economiche, sono cresciute mediamente del 48% (anno su anno); seguono il Brasile +15,6%, la Corea del Sud +12,5% ed il Canada +11,6%.

Le importazioni, a loro volta, sono cresciute nel primo trimestre per tutti gli stati tranne il Regno Unito e gli aumenti su base annua (a/a) sono stati i più alti in Cina +27,6%, seguita da Russia +17,9%, Corea del Sud +12,1% e Stati Uniti +11,7%.

La mediana delle stime per il 2021 prevede una ripresa globale con tassi di crescita del PIL reale su base annua prossimi al 6,0%. Si prevede che i tassi di crescita varieranno tra il 5,7% (4,2% nel 2022) per gli stati avanzati, il 6,5% (5,2% nel 2022) per gli emergenti e il 5,2% (4,9% nel 2022) per i paesi in via di sviluppo.

Cambiamenti nel commercio delle prime dieci economie

Il commercio globale di materie prime ha consolidato la ripresa nel primo e secondo trimestre del 2021 dal suo crollo del 2020 a causa della pandemia di COVID-19, con il ritmo della ripresa fortemente divergente tra paesi e regioni del mondo ed inizialmente più rapida in Cina e nell’Asia orientale rispetto ad altre regioni.

I dati relativi all’apprezzamento puntuale delle commodity industriali riportati nella tabella a pag. 5 sono eloquenti. Allo stesso modo anche l’indice sui noli marittimi da inizio anno si è notevolmente apprezzato +250%.

Il rialzo delle quotazioni delle commodity beneficia di almeno tre driver:

  1. ripresa globale vs. supply chain
  2. stimoli monetari delle banche centrali
  3. attività’ speculativa