RISKQ MORNING AUDIO

L’inflazione USA è aumentata in aprile, principalmente sulla scia dei prezzi più alti delle auto, in modo preoccupante. Lascia dubbi la posizione della FED secondo cui l’aumento risulterebbe transitorio. Ci aspettiamo che presto rivedano la loro linea di policy monetaria.

4,2% IL TASSO TENDENZIALE ANNUO

I mercati hanno reagito con l’atteso aumento della volatilità nel comparto equity e sul Forex (VEDI AUDIO VIDEO YOU FINANCE)

Nel commento abbiamo segnalato i potenziali target del movimento regressivo verso cui Standard & Poor 500 e Nasdaq potrebbero puntare nelle prossime sessioni. Area 4000 di S&P ci sembra molto importante ai fini della tendenza di medio termine. La nostra idea è che i mercati approfitteranno del dato sull’inflazione per riequilibrare gli eccessi maturati spingendo l’S&P sotto il supporto indicato.

Nel mercato dei cambi abbiamo assistito ancora una volta a una reazione irrazionale con movimenti che inizialmente avevano spinto l’eur usd a 1,2080 salvo registrare un immediato recupero a 1,2130 per poi cedere definitivamente verso l’area tecnica 1,2060/50. Come abbiamo scritto in precedenza la violazione di tale livello apre la strada per un ritorno dei corsi verso un altro test significativo coincidente con quota 1,20/1,1990.

Oggi non sono attesi in calendario dati importanti, fatta eccezione per le richieste dei sussidi di disoccupazione negli USA. Ci aspettiamo un impatto neutro.

Maggiore influenza avrà la risposta del mercato azionario europeo rimasto sinora impermeabile o quasi agli eventi americani. Ci aspettiamo un riallineamento dei ribassi.

vale la pena ritornare al dato sull’inflazione statunitense per effettuare un’analisi statistica.

Per molti mesi abbiamo avvertito la prospettiva di un aumento dell’inflazione negli Stati Uniti. I prezzi nella componente core (esclusi alimentari ed energia) sono aumentati dello 0,9% contro lo 0,3% atteso.   Si tratta della più alta lettura su base mensile mai registrata prima del settembre 2009 e la più alta lettura di base dal 1981. Il dato riporta i tassi di inflazione annuali rispettivamente al 4,2% complessiva e al 3% componente core.

L'inflazione USA è aumentata in aprile

US CPI INFLATION RATE

Questa è la lettura mensile più elevata dal settembre 2009.

I dettagli mostrano che i prezzi delle auto usate hanno determinato l’impatto maggiore, con un balzo del 10% su base mensile.  Le distorsioni relative alla riapertura hanno esercitato un ulteriore pressione  con i prezzi delle attività ricreative in aumento dello 0,9%, le materie prime in aumento dell’1,1%, il cibo in aumento dello 0,4% e l’istruzione e l’abbigliamento entrambi in aumento dello 0,3% su base mensile.

L’energia è diminuita, ma a parte questo le uniche componenti “favorevoli” sono state l’affitto equivalente dei proprietari (ma che salterà oltre il 2H21 come risposta ritardata all’aumento dei prezzi degli immobili) e l’assistenza medica.

 

La Commissione europea ha diffuso ieri le previsioni economiche di primavera aggiornate al rialzo rispetto a quelle di tre mesi fa. L’intera Ue è vista in crescita del 4,2% quest’anno e del 4,4% il prossimo, rispetto al +3,7% e al +3,9% di febbraio. Un miglioramento dovuto sia all’accelerazione delle campagne vaccinali, e al conseguente venir meno di misure di lockdown, che all’implementazione del Next Generation Eu. Bruxelles ha ritoccato all’insù anche le stime sull’Italia passate dal +3,4% per il 2021 e dal +3,5% per il 2022 al +4,2% e al +4,4% rispettivamente.

 

RISKOO MONITOR MARKET MOVER
RISKOO MONITOR MARKET MOVER

Ci aspettiamo ancora volatilità sul cambio eur usd. Tuttavia pensiamo che il mercato approccerà nelle prossime ore area 1,2060/50 dove collochiamo da tempo il sostegno che ci separa dal test fondamentale di 1,20 su cui già a fine aprile avevamo acceso la vostra attenzione per ritornare a considerare un nuova fase riflessiva del cambio eur usd.

Ricordiamo che nelle prossime settimane il mercato si preparerà alla riunione della BCE in calendario il 10 giu ed a seguire della Fed per catturare nuove indicazioni che proverranno dagli aggiornamenti di scenario delle due banche centrali. Nel nostro report FX OUTLOOK RISKOO abbiamo confermato le stime già elaborate agli inizi della primavera che a loro volta confermano la visione elaborata ad inizio anno per il 2021.

 

L'inflazione USA è aumentata in aprile

WB ANALYTICS: EUR USD B_T