Questa mattina sono stati pubblicati le stime flash per il PMI Indicator del mese di maggio.

I sondaggi sul sentiment delle imprese evidenziano un primo  importante segnale di reazione. Nel report analizziamo i PMI rilevati nell’Eurozona,  UK ed  USA.

Per l’indice PMI sull’Italia e la Cina dovremo attendere l’1 giugno. Come sappiamo il dato PMI (Purchase manager Index), elaborato da Markit, ha un’elevata correlazione con i mercati in quanto costituiscono uno dei riferimenti che le banche centrali analizzano per stimare il quadro economico. L’Eurozona proviene da una striscia di dati estremamente negativi. I peggiori da quando la serie storica è disponibile. Quindi il dato di questa mattina interessa in quanto si riferisce al periodo che coincide con l’inizio dello smantellamento del lockdown.

I dati PMI rappresentano per il nostro modello di ricerca uno dei principali leading indicator sull’andamento dell’economia. Nei nostri studi abbiamo verificato una forte correlazione tra il loro andamento e le scelte di politica monetaria delle BC, nonché un impatto significativo sui mercati finanziari i quali, attraverso un articolato rapporto di interrelazioni tra un comparto e l’altro, creano un fenomeno di causa effetto estremamente utile per leggere le dinamiche dei cambi, tassi d’interesse e materie prime.  

Continua leggere l’analisi e le prospettive sul mercato dei cambi…

Inviaci email per richiedere le modalità di sottoscrizione dei nostri approfondimenti

 

PMI INDEX

WB ECONOMICS PMI INDEX