Le caratteristiche delle operazioni TLTRO III sono simili a quelle delle TLTRO II:

1) Le banche potranno prendere a prestito fino al 30% dello stock di impieghi eleggibili al 28 febbraio 2019 (prestiti alle imprese e prestiti alle famiglie esclusi i mutui).

2) La Bce ha annunciato che nuove operazioni di rifinanziamento ciascuna con la durata di due anni saranno condotte con cadenza trimestrale tra settembre 2019 e marzo 2021 per complessive 7 nuove aste.

3) Le operazioni saranno condotte al tasso Refi di riferimento al momento dell’attivazione dell’operazione (zero al momento) e non al tasso sui depositi (attualmente negativo), dunque a condizioni di costo meno generose rispetto alle TLTRO II ma in ogni caso per alcuni meno onerosi rispetto al funding diretto sul mercato.

4) Le operazioni incorporeranno incentivi al fine di preservare condizioni creditizie favorevoli.

5) Informazioni più precise sui termini delle TLTRO III saranno comunicate prossimamente. La Bce ha inoltre deciso di estendere l’assegnazione piena fino a marzo 2021.

REAZIONE DEI MERCATI:

  • EURO – Il cambio si è presentato, come avevamo previsto all’inizio della conferenza stampa a quota 1.1260 contro dollaro. Successivamente a mano a mano che il Governatore esponeva le
    decisioni assunte dal Board è scivolato sotto il livello sino ad andare a chiudere senza ripensamenti a 1.1188.
  • RENDIMENTI TITOLI DI STATO – i rendimenti sul tratto lungo della curva sono scesi ulteriormente. il 10 anni Germania è ritornato verso quota 0! Conferma quindi il nostro Outlook di medio termine. Il Btp 10 anni scivola ulteriormente al ribasso con lo spread diretto verso 240 (chiusura 243). Anche qui rileviamo condizioni che confermano quanto dichiarato a Radio 24 e Rai 1 in un’intervista recente. (chiedi l’Outlook mensile WB Perspectives).
  • MERCATI AZIONARI – Gli indici azionari hanno reagito positivamente in un primo momento salvo poi chiudere in negativo la seduta. Le ragioni secondo varie interpretazioni sono di diversa natura. Insoddisfazione per le misure per molti. Certamente non si può escludere il fatto che i mercati scontavano la decisione: hanno comprato sui rumors e liquidato sulla notizia!
    I veri effetti li vedremmo nei prossimi giorni. Nel rapporto WB Perspectives di marzo lo abbiamo delineato lo scenario più probabile.

Le attese complessive erano per indicazioni e impegno di massima a lanciare nuove misure di credit easing ma la decisione di introdurre ben 7 nuove aste era inattesa, anche perché più membri del Comitato esecutivo avevano indicato che marzo era troppo presto per annunci in merito.

Il Board si era espresso anche per spostare a marzo 2020 i termini per la revisione dei tassi ufficiali. Il Consiglio ha preferito alla fine mantenere la scadenza del 2019. Quindi nessun rialzo dei tassi, se c’era ancora qualche dubbio, sino all’estate del 2020.  Mario Draghi nella conferenza stampa rivede al ribasso le stime di crescita dall’1.7% all’1.2% in Eurozona. Addebita il rallentamento alle condizioni di incertezza provenienti da negoziati sul commercio e Brexit.

In realtà il rallentamento globale dei commerci ha intaccato dagli inizi del 2018 la manifattura tedesca a scalare quella italiana. Oggi rileviamo sulle due aree segnali di forte rallentamento il cui epicentro è senza dubbio nell’Automotive.

PROSPETTIVE:

  • L’eur usd ha violato il grande range che governava le negoziazioni da novembre dello scorso anno. Confermiamo quindi i target dell’Outlook 2019 e quelli indicati nelle strategie di Enterprise Risk Management . Abbiamo segnali di breakout definitivi contro la sterlina, contro jpy e contro lo yuan renminbi, a seguire altre divise minori.

Da quanto vediamo è chiaro che i mercati si preparano per un periodo in cui probabilmente la BCE dovrà riproporre nuovamente un … whatever it takes..! a partire da alcune banche. Certamente quest’ultime eluderanno lo spirito del credit easing evitando di finanziare l’economia produttiva. Ai prestiti alla PMI preferiranno acquisti di bond governativi.

 

WB ADVISORS ENTERPRISE RISK MANAGEMENT: EUR USD TRIGGER BUDGET HEDGING

WB ADVISORS ENTERPRISE RISK MANAGEMENT: EUR USD TRIGGER BUDGET HEDGING

 

WB ADVISORS ANALYTICS: SPREAD BTP-BUND BEAR TREND

WB ADVISORS ANALYTICS: SPREAD BTP-BUND BEAR TREND