PMI MARKIT EUROZONE: MANUFACTORING & SERVICES INDICES

PMI MARKIT EUROZONE: MANUFACTORING & SERVICES INDICES

La Germania rilascia il dato sul Pil relativo all’ultimo trimestre 2018 riportando una rilevazione pari a 0, evitando in tal modo di scivolare in recessione tecnica.   Ieri gli USA avevano riportato i dati sull’inflazione confermando una crescita dei prezzi tendenziale pari al 2,2% a/a.

L’eur usd ha reagito secondo le attese andando a testare l’area 1,1335 per ripiegare nuovamente verso i minimi.  Il rallentamento della crescita in Eurozona potrebbe aprire la strada alla BCE per l’avvio di una nuova asta di liquidità. Il comparto bancario in Europa manifesta segnali di ulteriore difficoltà come segnalato dall’andamento delle rilevazioni settoriali dell’indice PMI Markit.

PMI MARKIT EUROPE BANKS

Il prossimo 7 marzo, data in cui si riunirà nuovamente il Board della BCE, Mario Draghi potrebbe annunciare l’esigenza di predisporre un nuovo allentamento monetario a favore delle banche, con l’intento di mettere a disposizione linee di finanziamento  targhettizzate al sostegno dell’economia. Agli occhi del mercato tale decisione potrebbe essere ricondotta ad una nuova forma di sostegno monetario.  Il rendimento a 10 anni Germania, benchmark  UEM, sta già scontando dallo scorso autunno tale ipotesi. I valori hanno già verificato il nostro primo target stimato all’epoca a quota 0.10; riteniamo che nelle prossime settimane tenderà a scivolare verso quello successivo riportando nuovamente il 10 anni in territorio negativo.

Come scritto l’euro si adegua al quadro descritto confermando la linea di tendenza che da mesi indicata.  Con il test di area 1.1335 eur usd, il mercato ha voluto verificare l’effettivo breakout del range in cui scambiavano le negoziazioni dallo scorso mese di novembre. Per il completamento del nostro modello riflessivo attendiamo ora l’ultimo esame, ovvero la violazione dei minimi di periodo: quota 1.1215 eur usd.  In termini di controllo del rischio continuiamo mantenere attive le strategie di copertura import. Sulle posizioni export aggiorneremo alla conferma del setup atteso i nuovi livelli sopra cui consolidare l’extra marginalità.

 

WB ENTERPRISE RISK MANAGEMENT: EUR USD DAILY BREAKOUT

WB ENTERPRISE RISK MANAGEMENT: EUR USD DAILY BREAKOUT