Skip to main content

EURO: LAVORI IN CORSO

EURO: LAVORI INCORSO

Siamo alle prime battute del 2017 e soprattutto alle prime battute dell’era Trump. Il mondo sembra punto a capo cambiato. Il tempismo è tutto, mentre noi restiamo pedine di un gioco spietato dove il ricatto diventa un sapiente intreccio narrativo, il legame tra l’informazione e i destini politici incrociano quelli economici di un paese. L’Italia, paese mai risollevato dalla crisi del 2011 rimane anello critico di una costruzione sempre più vulnerabile, l’euro.

Siamo ormai entrati definitivamente in questo 2017. Temi, tensioni e forze assertive hanno già delineato il percorso. La nuova Amministrazione Trump, vero outsider di questi tempi, ha obbligato i mercati a rielaborare le strategie d’investimento riconsiderando gli elementi che possono accelerare o meno l’appetito per il rischio. Wall Street fa buon viso ad un non proprio cattivo gioco. La Fed rimane ferma sulle sue linee di policy. I mercati azionari al momento si sentono più forti di quanto possa nuocere ai corsi azionari una politica monetaria restrittiva.

L’Indice S&P 500 rimane quindi indirizzato a fissare nuovi massimi verso l’area 2430 & 2500. I mercati emergenti tendono a strappare livelli di resistenza significativi, minimizzando i riflessi delle azioni della FED. Anche l’Eurozona pur sotto il ricatto dell’agenda elettorale sta cercando di agganciarsi al trend generale.

WB ANALYTICS: S&P 500
WB ANALYTICS: S&P 500

Per gli indici più generalisti MSCI Emerging Market ed Eurostoxx 50 si presentano tuttavia nel loro percorso ostacoli tecnici che meritano le opportune considerazioni per comprendere quale sia l’effettiva convinzione degli investitori.

WB ANALYTICS: MSCI EMERGING MARKET
WB ANALYTICS: MSCI EMERGING MARKET

L’indice sta approcciando un’area tecnicamente significativa, tuttavia l’azione impulsiva determinata dal percorso che ha spinto i valori sino a questa verifica appare solida ed in grado quindi di traghettare lo stesso oltre l’ostacolo segnalato.

Allo stesso modo, ma per ragioni diverse, l’Eurostoxx 50 si trova a confronto con la presenza di livelli tecnici altrettanto significativi. Il movimento che ha accompagnato il rialzo negli ultimi mesi si sta prendendo una pausa di riflessione, utile per raccogliere le forza e tentare di oltrepassare la barriera costituita da  quota 3350. La posta in gioco è significativa sotto l’aspetto emotivo. Si tratta di sfidare i contenuti mediatici che in questo momento per diverse ragioni mettono in primo piano le tensioni presenti nell’Eurozona ed i riflessi che l’elezione di una forza rispetto ad un’altra possano produrre in positivo od in negativo sulla percezione degli investitori. Osservando il campo di gioco si coglie un certo distacco da parte dei mercati verso la politica mediatica. Prevale infatti un’enfasi costruttiva ed orientata a chiudere la lunga fase riflessiva dell’Eurostoxx 50.

WB ANALYTICS: EUROSTOXX 50
WB ANALYTICS: EUROSTOXX 50

Indubbiamente la forza del dollaro tende a dare nuovo slancio alla competitività all’export ed a cascata ad un progressivo ritorno della crescita anche a favore dei soggetti che fanno business nei mercati domestici.

L’eur usd nelle ultime quattro settimane ha messo in opera un significativo test della tendenza dominante. La reazione del cambio dai minimi di inizio gennaio verso l’area 1.0750/1.0850 ha avuto notevoli significati se rapportata alle dichiarazioni di D. Trump in merito al dollaro, nonché all’enfasi sempre più circostanziata di che cosa possa significare il riconoscimento politico di un Unione Europea a due velocità.  Su quest’area convergono anche gli influssi che producono le divergenti linee di politica monetaria proposte da Fed e BCE.

Il ritorno dei valori verso la parte inferiore del range 1.08/1.04 sembra latrice di significati tecnicamente utili per comprendere su quale piano si giocherà il rapporto futuro eur usd. L’interesse è per tutti, per chi investe nell’azionario, per chi gestisce un complicato mercato obbligazionario, per chi fa business e deve importare piuttosto che esportare.

WB ANALYTICS: EUR USD
WB ANALYTICS: EUR USD

L’esito del collaudo sta nuovamente rafforzando la convinzione che il dollaro possa ancora rafforzarsi in futuro nonostante il warning lanciato dalla nuova Amministrazione Americana. La risoluzione della verifica risulterà definitivamente favorevole al dollaro a seguito della violazione di 1.0530. A quel punto altri buy tenderanno a rafforzare il trade più seguito in questo momento.

WB ANALYTICS: LIGHT CRUDE OIL
WB ANALYTICS: LIGHT CRUDE OIL

Al momento la forza del dollaro non ha leso il comportamento dei prezzi sul greggio. I valori del Brent e del Light Crude hanno semmai sfruttato le relative correzioni del biglietto verde per rafforzare la loro posizione oltre le soglie di sostegno. L’oil rimane quindi ancora in una posizione in cui prevalgono le forze rialziste. L’area 50 usd continuerà quindi ad offrire sostegno alla domanda.

Salva

2 thoughts to “EURO: LAVORI IN CORSO”

    1. Buongiorno! Rispondo con un leggero ritardo con un nuovo articolo dedicato agli effetti della riforma fiscale che presto il Congresso americano discuterà.
      Gli effetti eventuali uniti alle criticità in Eurozona tenderanno a spingere il dollaro verso la parità entra la primavera di quest’anno.

      Anche la Fed, benchè abbia mediato nelle sue recenti minute, rimane orientata a stringere ulteriormente la politica monetaria favorendo un ulteriore apprezzamento del dollaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *